lunedì 18 novembre 2019

DRAMMATICA INONDAZIONE ALLA MAGIONE DI POGGIBONSI

Nella mattina di domenica 17 novembre le acque del torrente Staggia hanno invaso i locali della Magione di Poggibonsi, sede dell'Ordo Militiae Templi, già membro del nostro Coordinamento, ma sempre amico e compagno di molte battaglie. 
Al Gran Maestro Marcello Cristofani della Magione e a tutti i Cavalieri e amici va la nostra sentita solidarietà nel dramma che stanno vivendo.

Per chi volesse contribuire alla ricostruzione della Magione, si riporta qui di seguito il link alle informazioni necessarie per aiutare nella ricostruzione:

https://www.ordo-militiae-templi.org/militia/donazione/










giovedì 10 ottobre 2019

AVVISO DA PISA

Il Comitato Pisano San Pio V avvisa che, a causa di un'emergenza, mons. Biagini non potrà celebrare la S. Messa questo sabato 12 ottobre. Le celebrazioni riprenderanno sabato 19, al solito orario.

domenica 6 ottobre 2019

Il XII Pellegrinaggio: un resoconto.

Anche quest'anno non si può certo dire che siano mancati i pellegrini, che hanno affollato il Santuario di Montenero per rendere omaggio e tribuire devozione alla Beata Vergine delle Grazie. Convenuto in piazza delle Carrozze a Montenero Basso, un folto gruppo di loro è salito a piedi fino al Santuario, recitando il rosario guidato dal can. Luzuy, I.C.R.S.P., e dalle Suore Adoratrici dell'apostolato di Livorno del medesimo Istituto di Cristo Re.




















Entrati nella basilica intonando il Salve Regina, i pellegrini hanno affollato la navata e il transetto della chiesa oltre ogni previsione: fra di essi, non sono mancate le delegazioni degli ordini cavallereschi di Malta e Costantiniano. Ma soprattutto semplici pellegrini, che con devozione e preghiera hanno riempito l'aula liturgica.







































La S. Messa solenne è stata celebrata dal can. Luzuy, I.C.R.S.P., coadiuvato dai cann. Piaggio e Pozza del medesimo Istituto e con l'assistenza corale di alcuni membri del clero secolare. Altri sacerdoti, trattenuti nelle confessioni, si sono poi mischiati fra i pellegrini e hanno partecipato al rito dalla navata. Le Suore Adoratrici del Cuore Regale di Livorno hanno cantato il Proprio della messa votiva alla Madonna di Montenero con voci limpide e ferme, mentre il coro del Coordinamento ha guidato con trasporto il popolo nel canto del Comune.



















































Il can. Luzuy, nella predica, ha ricordato l'importanza della devozione alla Madonna per ogni fedele cristiano, che in Lei trova un rifugio sicuro nelle incertezze di questo mondo e dalle Sue mani può ricevere ogni grazia elargita dal Signore.


























Celebrato il S. Sacrificio, moltissime persone si sono accostate alla Comunione con atteggiamento di devota semplicità.
Infine, impartendo la benedizione finale, il celebrante ha ricordato a tutti i pellegrini che il S. Padre ha concesso, come ogni anno, al pellegrinaggio del Coordinamento Toscano la possibilità di lucrare l'indulgenza plenaria pro vivis et defunctis, alle consuete condizioni.





Al pranzo che è seguito, il giornalista Marco Tosatti si è intrattenuto convivialmente con alcuni dei pellegrini e dopo il pranzo, brevemente introdotta dal presidente Alessandro Giunti, ha tenuto la prevista conferenza dal titolo: La Chiesa nella tempesta: manuale di sopravvivenza. Tosatti ha qui lasciato la sua testimonianza di cristiano che si trova a vivere nelle incertezze e nelle miserie del mondo contemporaneo, fra le quali tuttavia trova rafforzata la propria fede e incentivata la propria vocazione laicale di "re, sacerdote e profeta" nel Battesimo, cercando di essere soprattutto fedele alla propria coscienza nell'esprimere opportune importune la propria fedeltà alla Tradizione venerabile della Chiesa e il proprio amore alla Chiesa, nella parresia filiale e fraterna.


























Nel vivace dibattito che ne è seguito, Tosatti si è dilungato con piacere a rispondere alle domande di molti dei presenti, fra i quali alcuni hanno voluto portare la propria testimonianza di leale fiducia nella Chiesa e nel Pontefice romano, e altri ancora, fra il plauso generale, hanno invitato tutti i presenti a riflettere sulla necessità di ricorrere alle sante armi della preghiera e del sacrificio. Proprio questo spunto di riflessione è stato ripreso dal can. Pozza nel suo intervento, col quale ha incoraggiato tutti a mantenersi leali verso la Chiesa di Cristo, unica ministra della Grazia in terra. Con questo incoraggiamento edificante si è conclusa la splendida giornata.


lunedì 9 settembre 2019

SABATO 5 OTTOBRE 2019: XII PELLEGRINAGGIO DEI GRUPPI DI MESSA ANTICA DELLA TOSCANA AL SANTUARIO DELLA VERGINE DI MONTENERO (LIVORNO)
















PROGRAMMA

Ore 10,00 - Ritrovo dei pellegrini in Piazza delle Carrozze (Montenero Basso).

Ore 10,30 - Processione in salita al Santuario con recita del Santo Rosario.

Ore 11,30 - Santa Messa cantata in rito romano antico. Servizio liturgico a cura dei sacerdoti dell’Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote

A seguire, pranzo al sacco oppure, per chi lo desidera, presso il Ristorante Conti, nei pressi del Santuario (menu pasto completo al prezzo fisso di euro 19). Per prenotare, si prega di scrivere a coordinamentotoscano@hotmail.it entro lunedì 30 settembre.


Ore 15.45 – Conferenza (aperta a tutti) presso il Ristorante Conti, Piazza di Montenero, 16. Relatore: MARCO TOSATTI
Titolo: "La Chiesa nella tempesta: manuale di sopravvivenza"


mercoledì 17 luglio 2019

S. Messa in suffragio di Lorenzo Bruni
















A cura dell'Associazione "Regina Sacratissimi Rosarii", SABATO 20 LUGLIO alle ore 15.00 nella chiesa di San Bernardo in via Margaritone 6 ad Arezzo sarà celebrata una S. Messa nella Forma Extraordinaria del Rito romano in memoria e suffragio di LORENZO BRUNI, ultimo presidente dell'Associazione, tragicamente scomparso il 23 giugno scorso.







mercoledì 26 giugno 2019

IN MEMORIAM















Poche parola per commentare l'incommentabile. Lorenzo era un giovane retto, studioso e appassionato. Sostenitore della Tradizione, cattolico convinto e pio, era stato uno dei più forti sostegni della celebrazione della S. Messa V.O. ad Arezzo, la sua città. Alle riunioni del nostro Coordinamento aveva sempre una parola di concretezza e buon senso, animate da profonda coscienza cristiana, lontane da intellettualismi e ideologismi di qualsiasi sorta. Semplice, ma non banale, portava in sé una fede solida e umile, soprattutto alla SS. Madre di Dio, per la quale aveva particolare venerazione. Con intimo senso di devozione, non mancò mai ai nostri pellegrinaggi annuali al santuario di Montenero.
Lorenzo se ne è andato in modo tragico, lasciando tutti noi increduli. 

Nelle nostre preghiere ricorderemo con particolare affetto l'amico e il sodale.

Requiem æternam dona ei, Domine; et lux perpetua luceat ei. Requiescat in pace. Amen.