giovedì 17 agosto 2017

Pistoia: sospensione estiva della Messa



AVVISO




L'associazione Madonna dell'Umiltà avvisa tutti i fedeli interessati che la S. Messa in rito antico celebrata presso la Chiesa di S. Vitale (Via della Madonna, 58 - PISTOIA) sarà sospesa nei giorni 19 e 26 e riprenderà regolarmente a partire dal 2 settembre, ogni sabato ore 21.20, anticipata dal Rosario alle 20.45.

Per maggiori informazioni e contatti, consultare sempre il sito dell'associazione: http://associazionemadonnaumiltapistoia.blogspot.it/
 

venerdì 11 agosto 2017

Bientina: avviso di sospensione della Messa




Pisa: sospensione della S. Messa fino al 19 agosto



AVVISO




Il Comitato San Pio V avvisa i fedeli interessati che la S. Messa in rito antico celebrata presso la Chiesa di S. Apollonia a Pisa sarà sospesa per il prossimo sabato (12 agosto) e per la festa dell'Assunta.

Le funzioni riprenderanno con regolarità a partire da sabato 19 agosto, come sempre alle ore 18 (Rosario alle 17.40).

Comitato pisano San Pio V - Pro missa antiqua

mercoledì 2 agosto 2017

Avviso da Siena: sospensione estiva della S. Messa



AVVISO




La Santa Messa tridentina che si celebra tutte le Domeniche alle ore 17,30 nella Chiesa di San Donato a Siena viene sospesa dopo Domenica 6 Agosto. La celebrazione riprenderà regolarmente Domenica 3 Settembre.


Nell’Arcidiocesi di Siena non subirà interruzione la celebrazione della S. Messa tridentina nella Chiesa Magistrale della Milizia del Tempio nel Castello della Magione a Poggibonsi, tutte le Domeniche  e le feste di precetto infrasettimanali alle ore 9,30.

Firenze: restauro della facciata dell'oratorio di S.Francesco Poverino


Pubblichiamo con piacere la notizia che riceviamo dalla Confraternita di S. Girolamo e San Francesco Poverino. Vi daremo appena possibile riscontro dei lavori eseguiti attraverso qualche foto recente della facciata della Chiesa.
Coordinamento toscano


LA FACCIATA DI S. FRANCESCO POVERINO È STATA RESTAURATA


La scorsa settimana, dopo più di due mesi di laboriosi interventi, è terminato il restauro della facciata dell'Oratorio di S. Francesco Poverino su direttive della Soprintendenza ai beni artistici, essendo il nostro Oratorio, con i locali annessi, parte integrante del complesso monumentale del Loggiato dei Serviti, opera, fra gli altri, di Baccio d'Agnolo e Antonio da San Gallo il Vecchio, sito nella piazza della SS.ma Annunziata.

I fiorentini ed i turisti potranno adesso ammirare la straordinaria bellezza di questa parte del Loggiato, l'armonia dell'architettura – colonne, archi, portali, rosoni decorati – che, per quanto possibile, secondo la vigente “filosofia” del restauro conservativo e non ricostruttivo, sono stati riportati all'antico splendore. Del resto, la presenza dei segni del tempo nulla toglie all'eleganza della facciata e rappresenta, infine, a giudizio dei seguaci della predetta “filosofia”, un valore aggiunto di non secondaria importanza storico-artistica.

La Confraternita ringrazia di cuore tutti coloro che si sono impegnati in quest'opera che onora Firenze, in particolare: la benemerita Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze che si è fatta carico dei costi e la cui funzionaria, dott. Letizia Paradiso, è stata prodiga di utili consigli nel corso dei suoi sopralluoghi; l'arch. Simonetta Bracciali ed il suo giovane valido collaboratore arch. Massimo Papaleo, che hanno predisposto il progetto e diretto con attenzione e provata competenza i lavori; l'Impresa Edile Francesco Martelli che ancora una volta ha dato ottima prova della pluridecennale esperienza nel restauro dell'edilizia monumentale e che già in precedenza ha eseguito molti altri importanti interventi nel nostro immobile (tetto, volta, struttura muraria del sottotetto ecc.); lo studio Andrea Fedeli Restauri il cui personale ha saputo recuperare il recuperabile della decorazione dei rosoni sottoposta agli oltraggi di secoli d'intemperie, e le altre maestranze.


Tutti coloro che hanno contribuito all'encomiabile esito di questo restauro saranno considerati benefattori e come tali saranno ricordati nelle nostre preghiere.

Il Governatore
Dante Pastorelli